Enkel Enkel


Il canyoning (o torrentismo) consiste nella discesa a piedi di corsi d’acqua che scorrono all’interno di strette gole scavate nella roccia con presenza di cascate. Si svolge in luoghi che presentano rischi oggettivi propri degli ambienti selvaggi: una volta intrapresa la discesa può risultare difficile (talvolta impossibile) uscire da punti intermedi.
Gli ostacoli principali da affrontare sono le cascate che vengono superate con l’ausilio di corde o, dove è possibile, effettuando tuffi, scivolate (toboga) o passaggi di arrampicata in discesa.

I percorsi di canyoning  possono essere affrontati con sufficiente sicurezza solo tramite l’utilizzo di apposita attrezzatura e la conoscenza di tecniche specifiche di movimento in acque mosse e di progressione su corda.
La responsabilità per eventuali incidenti durante la discesa in forra ricade sui singoli praticanti.
 



ATTREZZATURA OBBLIGATORIA

COLLETTIVA:
- corda di progressione specifica di lunghezza superiore al doppio della cascata più alta.
- sacco galleggiante contente la corda
- corda di soccorso di lunghezza almeno pari alla cascata più alta
- materiale di attrezzamento (martello, piantaspit, spit, placchette, chiodi, maglie rapide)
- kit di primo soccorso 
 
INDIVIDUALE
- casco da alpinismo/canyoning (omologato CE)
- muta integrale in neoprene
- imbracatura (omologata CE)
- doppia longe dinamica per autoassicurazione
- discensore ad otto (o similare specifico per il canyoning) completo di moschettone a ghiera + discensore di riserva
- coppia di bloccanti per risalita + anello di cordino per autobloccante
- 4 moschettoni a ghiera
- fischietto
- coltello o cesoie
- scarpe polivalenti per marcia/nuoto
- bidone stagno contenente lampada frontale, telo termico e barrette energetiche
- borraccia (piena)
- zaino galleggiante da canyoning

Enkel - Due Metri